2 Giugno 2019

Gran Premio d’Italia: Dovizioso fatica nel giro singolo ma prevede una grande gara

MotoGP | Andrea Dovizioso | Ducati | Dovizioso | Ducati Team | MotoGp 2019 | ItalianGP | GP19

Ha dovuto affrontare la Q1 e, con le gomme medie in Q2, non è riuscito a guadagnare quel decimo in più che lo avrebbe fatto partire davanti. Il Dovi appare “tirato”, ma per nulla infastidito dal comportamento di Marquez che al primo giro ha fatto un sorpasso al limite della correttezza e che all’ultimo giro ha sfruttato la scia del ducatista ottenendo la pole.

“Purtroppo ho dovuto fare la Q1, quindi non avevo gomme soft da utilizzare in Q2 e quindi ho fatto il primo time attack con la media. Con quella gomma non andavo forte e infatti Marquez mi ha superato. Mi era rimasto un solo tentativo, ero dodicesimo, poi lui è stato bravo a prendermi e a sfruttare la scia, io non potevo fare una strategia diversa. Ho girato in 1’46.2 che non è male e pensavo di stare più avanti poi, come ho detto, lui è forte, gioca su queste cose, spinge al 100% quando vuole e ha fatto la pole”.

Andrea si dichiara solo sorpreso che con la seconda Marquez lo abbia cercato e si sente lusingato di essere sotto osservazione da parte del maiorchino.

“Non so cosa aspettarmi in gara, abbiamo visto un forte calo delle gomme per tutti nella seconda uscita, cosa anomala per il Mugello. Bisogna cercare di arrivare in gara con più feedback possibili per gestire le gomme nel migliore dei modi, perché spesso si dà importanza alla velocità e poi invece la paghi alla lunga”.

Articoli Simili

CADUTE IN SUPERBIKE

Il canto del cigno

Panigale distrutta

Cadere con la Panigale

Panigale da 0 a 300km/h