22 Settembre 2017

SBK GP Portogallo: Yamaha a podio con Van der Mark

SuperBike | 600 | Yamaha | Portogallo | Podio | Lowes | Van Der Mark | R1 | Supersport | Mondiale | Portimao | Supersport 600 | R6 | SSP600 | Mahias

Alti e bassi sulla pista portoghese per il team Pata Yamaha: Van der Mark ha chiuso quinto in gara uno e terzo in gara due, mentre Lowes continua a essere veloce e tenace ma sbaglia troppo spesso vanificando di fatto le proprie performance chiudendo diciottesimo nella prima manche, dopo un errore, e ritirandosi nella seconda per uno spaventoso high side. Nel caso dell’inglese, inoltre, la delusione è doppia perché guardando i tempi e il passo gara, soprattutto del sabato, era evidente che poteva giocarsi il podio. L’R1 continua a essere un grosso punto interrogativo in parte per l’altalenare delle prestazioni offerte in pista e in parte per i risultati che stentano ad arrivare, soprattutto perché entrambi i piloti guidano evidentemente al limite e ciò porta, soprattutto nel caso di Lowes, a commettere errori di guida e in alcuni casi a ritirarsi dopo rovinose cadute. A fine giornata Van der Mark, che eventualmente sostituirà Rossi sulla M1 nel prossimo Gran Premio, ha dichiarato: “È incredibile finire sul podio dopo tutte le sfortune di quest'anno! A volte abbiamo avuto difficoltà con la messa a punto della moto e un paio di volte siamo stati vicini al podio per poi perdere. Non è stato facile ma avevo capito di avere un buon passo a cominciare dalle prove libere 2, e questo mi ha aiutato molto. All'inizio della gara mi mancava un po' di grip, quindi per i primi due giri non sono riuscito a seguire il gruppo di testa, poi ho trovato il mio passo. È stata una gara veramente difficile, ma ero più forte dei ragazzi dietro di me, e poi ho avuto un po' di fortuna con la caduta di Chaz Davies. Sono felice di poter finalmente premiare la mia squadra e la Yamaha con il mio primo podio. Quando finalmente conquisti un podio, acquisisci la sicurezza di te stesso perché sai che puoi farlo. Abbiamo trovato una configurazione di base veramente buona che sembra funzionare e non vedo l'ora che arrivi la prossima gara!". Queste le dichiarazioni di Lowes: "Sono veramente deluso, perché sabato avevo il ritmo per lottare per il podio oggi. All’inizio non ho potuto guidare come avevo bisogno e ho perso posizioni. Quando ho ripreso il mio ritmo e lottavo per il sesto posto, ho fatto un piccolo errore entrando troppo velocemente nella curva 5 e ho perso l’anteriore. È facile fare un errore in quella curva, ma mi dispiace per me, per la Yamaha e per la squadra perché avremmo potuto trasformare un cattivo inizio in un ottimo risultato. L’aspetto positivo è avevo il ritmo per lottare per il podio. Domenica non mi sembrava di aver fatto un grande errore, ma il posteriore ha iniziato a saltellare e ha provocato un high side. Sono ancora più deluso perché dopo un frenetico inizio gara dalla quarta fila, stavo cominciando a sentirmi a mio agio e stavo chiudendo velocemente il gap sul gruppo davanti a me, ma purtroppo, alla fine, invece di due buoni risultati, non abbiamo segnato nessun punto questo fine settimana. In questo momento sono molto abbattuto. Sono determinato a rientrare in carreggiata e come team essere sicuri di aver imparato da questa esperienza, per poter guardare avanti a Magny-Cours con un atteggiamento positivo". In Supersport 600 Mahias ha perso la testa della classifica generale dopo uno splendido duello con Sofuoglu, suo diretto avversario e nuovo leader del campionato, tagliando il traguardo in seconda posizione. A differenza di quanto accade in Superbike, nella SSP600 l’R6 appare molto più competitiva e in grado di lottare per le singole vittorie e per il titolo. Mahias che ha dichiarato: “La gara è stata molto buona, sono molto felice! Mi sentivo molto forte e ho spinto molto per seguire Kenan e speravo di superarlo nell'ultima curva ma ho commesso un errore nell'ultimo giro e dopo era difficile passare. Per il campionato non fa molta differenza, ha solo un vantaggio di quattro punti e Portimao è l'ultimo circuito del calendario con cui non ho un grande feeling. Ora le prossime tre gare mi piacciono molto e ho una buona esperienza; il campionato non è ancora finito! Magny Cours è la mia gara di casa e proverò a vincere! ".

Metzeler Karoo 3 Tire - Rear - 170/60R-17 , Position: Rear, Rim Size: 17, Tire Application: All-Terrain, Tire Size: 170/60-17, Tire Type: Dual Sport, Load Rating: 72, Speed Rating: Q, Tire Construction: Radial 2316400

Metzeler Karoo 3 Tire - Rear - 170/60R-17 , Position: Rear, Rim Size: 17, Tire Application: All-Terrain, Tire Size: 170/60-17, Tire Type: Dual Sport, Load Rating: 72, Speed Rating: Q, Tire Construction: Radial 2316400

Acquista su Amazon
A partire da $205.95

Black Adjustable Remote Reservoir Motorcycle Shocks - Eye To Clevis - 350mm 360mm …

Black Adjustable Remote Reservoir Motorcycle Shocks - Eye To Clevis - 350mm 360mm …

Acquista su Amazon
A partire da $99.95

Motion Pro 14-0401 Polished OEM Style Clutch Lever

Motion Pro 14-0401 Polished OEM Style Clutch Lever

Acquista su Amazon
A partire da $9.15

One Pcs Exhaust Pipe Baffte Silencer 51 MM Universal Exhaust Motorcycle Muffler Insert DB Defender DB Killer Silencer

One Pcs Exhaust Pipe Baffte Silencer 51 MM Universal Exhaust Motorcycle Muffler Insert DB Defender DB Killer Silencer

Acquista su Amazon
A partire da $15.99

Articoli Simili

CADUTE IN SUPERBIKE

CADUTA IN MOTO

NUOVA YZF-R6: SEMPLICEMENTE ECCEZIONALE

Caduta con Yamaha R6

Il valore di un campione

Un sogno su due ruote