17 Novembre 2017

Ducati special da podio

Special | Ducati | Podio | Gara d’accelerazione | Protossido d’azoto | Milano Cafe Racers | Glemseck 101 | Sultans of Sprint 2017 | Ciaparat

Si chiude il magico sipario del Sultans of Sprint Challenge 2017, il campionato di accelerazione e stile più prestigioso d’Europa dedicato alle motociclette custom bicilindriche a quattro tempi rigorosamente raffreddate ad aria, nella cornice teutonica di Glemseck 101 il più grande festival in Germania dedicato alle cafe racer.
La debuttante Ducati “Special” CIAPARAT del gruppo Milano Cafe Racers, in una miscela “turbocompressa” di passione e potenza, sale sul podio finale aggiudicandosi il terzo posto assoluto. Un risultato eccezionale che premia gli sforzi di tutta la squadra coordinata dal Team Principal Davide Virardi: dalla preparazione e messa a punto della moto sovralimentata a protossido d’azoto da parte del customizer Gianluca De Falco di California Racer Garage, all’indiscussa “manetta total control” del pilota Sami Panseri e di tutto lo staff comunicazione e ospitality.
Ma il bandierone italiano ha sventolato forte anche fuori dai confini del Sultans perché sempre a Glemseck 101, dopo le tappe di Monza (The Reunion) e Montlhery (Cafe Racer Festival), si è disputata la finale del 1/8 Miles of Europe, la Champions League dell’ottavo di miglio ideata e realizzata dal fondatore di The Reunion Matteo Adreani e dell’inventore del Glemseck Sprint Jörg Litzenberger: qui ha vinto tutto la squadra italiana composta da Sami Panseri e Massimiliano Maria Longo (Milano Cafe Racers), Massimiliano Mazzer (Emporio Elaborazioni Meccaniche), Danilo Biello (Customcreations) e dal customizer Dino Romano. Nonostante il clima germanico, la temperatura del festival si è mantenuta bollente per tutta la durata dell’evento grazie anche allo spirito goliardico dell’intero quartiere Little Italy (organizzato da Matteo Adreani) che, a pochi passi dal rettilineo d’accelerazione, ha ospitato tutti i customizer italiani che hanno preso parte all’evento. Tra spaghettate epocali e birre a profusione, il quartiere Little Italy ha contribuito a scaldare il clima europeo che da anni contraddistingue il festival di Leonberg.

Articoli Simili

CADUTE IN SUPERBIKE

Il canto del cigno

Panigale distrutta

Cadere con la Panigale