15 Aprile 2016

BENELLI BN 251

News

Da qualche anno si sta assistendo ad un fenomeno relativamente nuovo nel settore delle due ruote italiano: piccole e medie cilindrate attirano sempre più giovani ma non solo, diventando quelle che una volta erano le 125 entry level. La differenza rispetto al passato? Sono motorizzazioni a quattro tempi da 250 a 400cc, a volte plurifrazionate e dotate sempre più spesso di componentistica e ciclistiche da motociclette ben più “grandi”.
La nuova BN251 è un perfetto esempio di questo nuovo modo di concepire le due ruote: sembra una mini-naked con un look ispirato alle “sorellone” del marchio del Leoncino e con un prezzo d’ingresso competitivo. In realtà si tratta di una moto vera, con un’anima giovane e sportiva e dal design accattivante, ma soprattutto estremamente divertente.
La BN251 è dotata di un motore monocilindrico, quattro tempi raffreddato a liquido, con distribuzione a doppio asse a camme in testa ed alimentazione ad iniezione elettronica, capace di garantire le migliori prestazioni per questa tipologia di veicolo, ma soprattutto di contenere i consumi. La potenza massima è di 25 CV (18,5 kW) a 9.000 giri/min, la coppia di 21,5 Nm (2,2 kgm) a 7.500 giri. La ciclistica è stata pensata e realizzata per assicurare il massimo della maneggevolezza, per una moto snella, scattante e reattiva sia in città che tra le curve. Il telaio è un traliccio in tubi d’acciaio, compatto e resistente, mentre le sospensioni sono affidate all’anteriore ad una forcella upside-down con steli da 41 mm di diametro e al posteriore ad un forcellone oscillante con ammortizzatore centrale regolabile nell’idraulica, con escursione di 51mm. Il sistema frenante si compone di un disco da 280 mm di diametro con pinza a quattro pistoncini davanti e da 240 mm con pinza a doppio pistoncino dietro, assicurando così il controllo della moto anche in spazi d’arresto limitati. I cerchi da 17” in lega di alluminio montano pneumatici 110/70 all’anteriore e 150/60 al posteriore. Il design molto personale viene risaltato dalle grafiche dedicate e dalle tre colorazioni disponibili: bianca, nera o rossa.
Interessante segnalare tre dati: l’altezza della sella a 795 mm da terra, il peso ridotto a soli 143 chili a secco, cambio a sei rapporti e un costo sotto la soglia fisiologica dei 3.000 euro, 2.990 euro franco concessionario per la precisione.

Articoli Simili

MOTO GUZZI Open House 2017

Pedaggio moto: finalmente pagheremo meno

DUCATI SUPERLEGGERA SUPERBIKE EXPERIENCE: EMOZIONI “UFFICIALI” E PASSIONE DESMODROMICA PER UN EVENTO ESCLUSIVO

BMW G 310 GS: PICCOLA, ECONOMICA E AVVENTUROSA

TRIUMPH STREET SCRAMBLER: PER SENTIRSI COME STEVE MCQUEEN

FANTIC CABALLERO: RITORNA IL MITO