3 Giugno 2018

Parole dure volano in conferenza stampa ma non solo

MotoGP | Yamaha | Valentino Rossi | Rossi | Lorenzo | Danilo Petrucci | Mugello | Pramac Racing | Ducati Team | Jorge Lorenzo | Petrucci | DUCATI CORSE | Alma Pramac Racing

Se il divorzio ufficiale non è arrivato ancora da Ducati, in conferenza stampa il neo-vincitore Lorenzo parla molto duramente: “ormai è troppo tardi”. La vittoria di una gara, secondo lui, non fa differenza. Il merito è delle modifiche apportare: “quando mi hanno modificato il serbatoio, ho trovato finalmente il feeling con la moto, ho avuto un buon passo e la gara lo ha dimostrato. Non cerco scuse, non ho mai mollato. Peccato che non mi abbiano ascoltato prima, ora è tardi.”

Più ottimista del proprio team è Valentino Rossi che è cosciente delle difficoltà della moto e, a discapito di tutti che non avevano na strategia, lui ha puntato sulle gomme. “La moto era davvero dura da guidare, soprattutto negli ultimi giri quando non riuscivo a tenerla in curva, né da una parte né dall’altra. La pole era inaspettata, ma il podio ancora di più. Abbiamo chiari i problemi e, anche se non semplici, Yamaha sta lavorando per risolverli. Abbiamo preso la decisione giusta: tutti davanti avevano le soft e ho sperato che avessero qualche difficoltà.”

E anche dal Team Alma Pramac Racing arrivano delle legittime osservazioni: nel primo giro Danilo Petrucci è stato spinto fuori da Marquez, ha perso la sua ottima posizione di partenza ed è scivolato in decima posizione. Il team non si aspettava una penalità, ma almeno che la Commissione di gara prendesse in considerazione l’accaduto.

Articoli Simili

CADUTE IN SUPERBIKE

CADUTA IN MOTO

Valentino Rossi VS Guy Martin

Caduta con Yamaha R6

Un sogno su due ruote

Acrobazie in moto