"Mi piace la pista di Le Mans anche se richiede che siate pronti ad affrontare molte variabili. Per cominciare, il tempo: non si sa mai che cosa farà lì. Lo scorso anno la temperatura è salita in modo significativo la Domenica e abbiamo sofferto molto con impugnatura anteriore in gara. La pioggia non è insolito lì. Inoltre, la pista ha uno stop-and-go di layout, con molte curve lente dove frenata e accelerazione sono fondamentali. Vedremo se ci troviamo in una situazione simile a Austin, dove l'accelerazione in uscita dalle curve lente era molto meglio del previsto, oppure se dobbiamo affrontare una sfida più grande. Durante gli ultimi test a Jerez, abbiamo lavorato molto sull'elettronica e l'impostazione di trovare più grip del telaio, e sul bilanciamento della moto per ridurre wheelying. E 'sempre un compromesso, ma penso che abbiamo raccolto informazioni utili per Le Mans e, sapendo quanto lontano siamo arrivati ​​da questo inverno e quanto velocemente siamo stati in grado di reagire a molte situazioni, mi sento fiducioso e sono ansioso di partenza il prossimo weekend di gara. "